Top

Come cambierà il marketing b2b

Nuove tendenze

marketing aziende

Le tendenze del marketing b2b nel 2023?

Stando alle previsioni nel futuro del marketing digitale dovremo assistere ad una crescita degli investimenti in martech, in particolare per quanto riguarda Intelligenza artificiale e realtà aumentata.

La sfida principale per le aziende non solo sarà quella di abbracciare le nuove tecnologie e implementarla nella propria strategia, ma soprattutto quella di coinvolgere maggiormente i propri dipendenti. Il punto cruciale per il marketing b2b sarà quello di dare forza alle relazioni con i dipendenti e collaboratori sia per trattanerli all’interno dell’azienda sia per coinvolgerli nella creazione di contenuti di valore. Per far questo sarà necesseraio attuare delle chiare strategie di employer branding con l’obiettivo di far raccontare l’azienda, i valori, i prodotti proprio ai dipendenti stessi sia nei canali social sia in tutti gli altri canali di comunicazione. In questo modo avremo un alto coinvolgimento dei dipendenti che si sentiranno parte attiva del brand e allo stesso tempo aumenteremo il grado di fiducia del consumatore verso l’azienda.

 

Il coinvolgimento dei dipendenti nella strategia di comunicazione digitale non ha solo lo scopo di rendere più efficace il social selling, ma anche di implementare la comunicazione interna raggiungendo così in modo più efficace tutti i dipendenti e i collaboratori coinvolti.

Su quali canali puntare e quali formati utilizzare

Secondo le più recenti statistiche nel 2023 il formato più utilizzato e di maggior impatto sarà il video. Questa modalità di comunicare è in grado di rendere in contenuti più accattivanti e attraenti coinvolgendo maggiormente il pubblico. Anche in ottica B2B sembra utile coinvolgere nella comunicazione influencer, mirco e nano, capaci di coinvolgere il pubblico in target e di inspirare anche i dipendenti dell’azienda. Il canale prediletto per la comunicazione aziendale e il coinvolgimento dei dipendenti è LinkedIn. Questa piattaforma offre molteplici opportunità alle aziende di dialogare con un pubblico targettizzato, di professionisti, interessato ai prodotti e ai servizi offerti. Per una comunicazione efficace attraverso LinkedIn è fondamentale gestire in modo professionale la pagina aziendale dell’azienda, pubblicando contenuti informativi, utili e coinvolgenti che siano in grado di raccontare l’azienda e di cosa si occupa andando a rispondere ai bisogni dei consumatori. Oltre alla pagina aziendale rivestono importanza rilevante i profili personali dei dipendenti, che dovranno essere in linea con i valori e il tone of voice dell’azienda stessa.

Inclusività e sostenibilità

In uno scenario digitale che sta diventando sempre più competitivo e complesso anche a causa di mercati incerti nei quali si pagano ancora i disagi, diretti ed indiretti, della crisi pandemica, l’inflazione a livelli mai registrati negli ultimi anni ed uno scenario, geopolitico, considerato fragile, le aziende dovranno affrontare importanti sfide per mettere in campo una comunicazione efficace e di valore.

 

Per prima cosa è importante valutare il proprio mix di canali e capire se le varie piattaforme utilizzate attraggono tutti i segmenti di mercato interessanti per l’azienda e se lo fanno in modo efficace offrendo i corretti contenuti. Per farlo serve un lavoro di analisi, minuziosa, su eventuali punti di debolezza nelle strategie di copywrigting.

Al giorno d’oggi, la scarsa inclusività dei messaggi, sia per quanto riguarda la pubblicità che per quanto riguarda lo storytelling aziendale, può decretare la fine di un business.

 

Attenzione però lo storytelling, per sopravvivere alla moderna economia dell’attenzione, sta mutando. Le aziende non hanno bisogno di spiegare (troppo) cosa fanno. La necessità è quella di mettere in relazione persone, raccontando quello di cui hanno bisogno, oltre il mero obiettivo di avere un like in più.

 

Per i consumatori la sostenibilità riveste un ruolo fondamentale e desiderano che i brand siano ambasciatori di scelte etiche e sostenibili. Ci si aspetta che le aziende abbiano un impatto positivo sull’ambiente che le circonda e sulla società, rivestendo un ruolo attivo in cause importanti diventando così fonte di ispirazione per il consumatore stesso.

 

Una comunicazione vincente

Le aziende oggi si trovano a parlare ad un pubblico sempre più informato e consapevole che va coinvolto con una comunicazione efficace, non banale che sia in grado di incuriosirlo e attrarlo.

Trasparenza, innovazione, divulgazione, contatto diretto e personale con i clienti e sostenibilità economica, sociale e ambientale sono ormai elementi essenziali, imprescindibili, anche nel B2B.

Oggi, tutti i marchi sono tenuti a rispettare standard più elevati e ad esplicitare i propri valori e la propria mission in modo coerente e responsabile. Le aziende devono sostenere sistematicamente il coinvolgimento dei clienti in tutte le fasi e in particolare nel post-vendita per fidelizzarli, renderli dei veri ambassador e aumentare marginalità e coerenza di servizio grazie all’upsell. Da un lato, casi di successo e testimonianze di clienti soddisfatti sono il miglior biglietto da visita, soprattutto nelle nicchie del business to business. Dall’altro, è ormai dimostrato dai numeri che continuare a spingere in acquisizione di nuovi clienti è più costoso e più rischioso di curare il ritorno del cliente.

 

Gli obiettivi della comunicazione B2B

1. Puntare sui media e sui contenuti di proprietà, anche in ottica di spending review

 

2. Diversificare i contenuti e fornire valore rispetto ai competitor

 

3. Bilanciare l’uso dei Big Data per l’analisi e per il processo decisionale, insieme ai dati “umani” del servizio clienti, in modo da avere evidenze sia quantitative che qualitative

4. Comunicare e creare fiducia attraverso il vostro marchio, facendo formazione e ponendovi come divulgatori nella vostra nicchia

 

5. Consolidare e creare best practice per creare vere relazioni basate su contenuti interessanti e identificazione delle esigenze

 

6. Migliorare la qualità della propria strategia SEO e dell’inbound organico in generale.

 

Pianifica con noi la strategia digitale della tua azienda

× Mandaci un WhatsApp